Il Rigoletto di John Turturro a Palermo: i motivi per andare a vedere l'opera di Verdi

BALARM

"...Ma la migliore mi è sembrata Maria Grazia Schiavo, una Gilda sempre commovente, lo è quando dichiara il suo amore cantando "Caro nome", lo è ancora quando confessa al padre di essere stata disonorata con l’aria "Tutte le feste al tempio" lo è, infine, quando, morente tra le braccia paterne, intona le note di "V’ho ingannato"...

Scarica la Recensione

Giovanni Fasola